La finalità della lista civica “Insieme per Santa Croce” è quella di dar voce al cambiamento possibile, ad un nuovo modello di politica amministrativa che non guardi più agli interessi dei singoli ma al bene della collettività presa nel suo insieme. Una politica trasparente che restituisca fiducia, speranza e spazi di partecipazione attiva e responsabile.

Riappropriarsi del senso di responsabilità individuale e collettiva, in un processo che coinvolga tutta la comunità, costituisce premessa indispensabile per un cambiamento democratico, inteso come nuovo modo di pensare al bene comune, in termini di entusiasmo, impegno e della imprescindibile competenza e volontà del prendersi cura.

Vogliamo recuperare  le emozioni, mettendoci il cuore; creare una comunità che “cura” se stessa rendendosi sicura; rispettare tutti i cittadini e garantire libertà di pensiero e di opinioni; riconsegnare alla collettività l’orgoglio e il senso di appartenenza. Questi sono secondo noi gli elementi cardine di una politica credibile e partecipata, che mette le proprie competenze a disposizione della comunità, e che sappia “vedere” e “cercare” , all’interno della comunità stessa, le risorse esistenti. Auspichiamo una nuova Santa Croce, che sappia valorizzare le capacità umane, culturali, sociali, artigianali, ambientali ed economiche e che recuperi la propria identità storica e lo stesso senso di appartenenza fortemente compromessi in questi ultimi anni.

Lavoreremo per rimettere al centro del dibattito politico, i cittadini, le loro richieste, le necessità e i loro problemi, consapevoli del fatto che si sono allontanati sempre più dall’attività amministrativa per il malcostume e i troppi cattivi esempi a cui la politica in questi anni ci ha abituato.

 

Concepiamo l’amministrazione, come servizio da offrire al cittadino e non come sistematica occupazione di poltrone per interessi squisitamente personali e di potere. E’ questo il segnale che intendiamo trasmettere ai tanti giovani con l’auspicio che sostengano la nostra lista e il nostro programma elettorale.

 

Con la caduta del muro abbiamo assistito al crollo del sistema partitocratico che ha visto sul banco degli imputati tantissimi corrotti, che con i loro deprecabili comportamenti hanno sicuramente delegittimato anche il voto e l’operato di persone oneste; tutto questo lo verifichiamo nelle nostre piccole realtà allorquando si cambiano partiti e schieramenti un giorno sì e uno no per presunzione e/o becero carrierismo. Questo marasma socio-politico sta sollevando la giusta ribellione degli onesti che non trovano altra strada se non quella di abiurare la politica a tutti i livelli, facendo così spazio ad improvvisatori dell’ultima ora.

Anche nei nostri paesini, la tentazione al disimpegno è forte specie per alcuni di noi con un retaggio di lunga militanza, abituati allo spirito di sacrificio e al rispetto della cosa pubblica e delle Istituzioni; ma l’onestà intellettuale, il dovere morale e l’innato senso civico, non possono giustificare l’abdicazione alle proprie responsabilità. A tutto ciò va aggiunta la pressante richiesta dei cittadini e dei tanti giovani che si sono avvicinati alla nostra lista, pretendendo da alcuni ex amministratori, a loro avviso più “esperti”, l’impegno e la disponibilità a candidarsi, per progettare tutti insieme un nuovo percorso per la nostra comunità, una nuova certezza e un futuro migliore. A questi giovani va la nostra riconoscenza, la nostra stima e il nostro ringraziamento.

 

La democrazia prima di essere una forma politica speciale è un modo di vita sociale e individuale ed esprime la necessità della partecipazione di tutte le persone mature e oneste alla difesa ed alla formazione dei valori che regolano la vita degli uomini associati.

Se è vero che ogni comportamento incide nella storia dell’uomo, se si ha la consapevolezza che non si realizza la democrazia mediante deleghe in bianco, tutti hanno il dovere di apportare il proprio contributo alla soluzione dei problemi della nostra comunità e, quanti si pongono nella prospettiva di sacrificare parte di sé, dei propri interessi, degli affetti e responsabilità personali per il bene comune, sono degni di rispetto e ammirazione.

Nella volontà di tradurre in atti questi princìpi, va ricercata la motivazione della nostra lista in questa competizione elettorale.